Arte

Monografia

194
12,00 €
Larghezza: 200 mm
Altezza: 140 mm
Autore: Giarrè MonicaGiarrè Monica


In una stagione dell'arte in cui poetiche, esaltazione tecnologica e teorizzazioni tendono a salire in primo piano, ingabbiando come in un involucro di propaganda l'essenza del lavoro artistico, quello che colpisce di più nelle opere di Monica Giarrè è l'intensa progressione della ricerca. Nell'arco del breve tempo in cui l'artista è andata approfondendo con determinazione tecniche e motivi del proprio operare, la pagina è maturata in senso espressivo, abbandonando velocemente certe ridondanze di forma, mostrando un controllo della materia sempre maggiore e una struttura più definita e corposa, quasi Giarrè avvertisse il pericolo del già noto e volesse evitare il fraintendimento secondo cui di solito i dipinti d'interni o di paesaggi custodiscono valori certi e assecondanti. Così il segno si è ispessito, con l'andatura lenta e sicura delle cose che nascono e crescono. Nelle sue nature morte l'esempio di come si possa coltivare il proprio gusto e la propria mano passando da riferimenti certi, da una colleganza di osservazioni sugli antichi e sui moderni. Questo nutrimento elaborato senza alcuna viziatura di esibizione, di stilismo, è divenuto un glutine del tutto personale, filtrato da una qualità di tono e di ritmo che si va sempre più precisando. La pittura di Monica Giarrè, che ha affinato i suoi mezzi per ostinazione di lavoro quotidiano, con coraggio di distruggere e rifare, ha vita nelle suscitazioni della memoria, nelle emozioni, in un mondo in cui alla visionarietà romantica si unisce l'amore per i valori della vita minuta, fatalismo e fantasia. I suoi primi lavori riportavano colori e profili ancorati a un'impostazione tutto sommato narrativa, approfonditi con la sensibilità di chi ha vissuto con partecipazione e stupore. Poi i fili sotterranei della malinconia si sono tirati, corrugando la materia, arricchendo di significati riposti ogni segno, ogni traccia di spatola...
Nicola Nuti

Prodotti correlati

Consigliati

Obice Huc
Mezzedimi Meris
Internet non ci basta più
Malvolti Armido - Benassi Laura - Vannini Alessio
Drusilla e i riccioli magici
Ciabattini Claudia e Chessa Dalila

News & Eventi

26 Marzo 2022 ore16,00

26 Marzo 2022 ore16,00

Sabato 26 Marzo 2022 alle ore 16,00 presso l'Oratorio di Don Bosco di Viareggio si terrà la presentazione della silloge I Figli dei tablet di Devid Bracaloni

Continua…



22 gennaio ore 17,00

22 gennaio ore 17,00

Sabato 22 gennaio, alle ore 17,00 presso la Galleria Ambigua di Arezzo si terrà la presentazione del volume di poesie dell'Autrice Lucrezia Lombardo CERCANDO IL MEZZOGIORNO

Continua…


22 dicembre 2021 ore 21:00

22 dicembre 2021 ore 21:00

Mercoledì 22 dicembre al teatro dei Servi a Massa, si terrà una rappresentazione teatrale del libro CONTO ALLA ROVESCIA,  di Gennaro Di Leo e Carlo Pernigotti. Un gruppo di amici, lo stesso appartamento, la stessa occasione. O quasi. Due atti, due cenoni di San Silvestro, due vigilie di cambiamenti.

Continua…


21 dicembre 2021 ore 17:00

21 dicembre 2021 ore 17:00

Martedì 21 dicembre al ridotto del teatro del Popolo, in piazza Unità dei Popoli a Colle val d'Elsa, sarà presentato il libro OBICE HUC, il nuovo libro di Meris Mezzedimi. Il libro narra di un'anziana coppia che trova il modo di rendere degli di essere vissuti i giorni delle restrizioni per la pandemia, grazie ai valori della famiglia, dell'amicizia e della cultura. L'incontro, a cui parteciperà anche il presidente della Pro Loco Mario Provvedi sarà guidato da Daniela Rita Menin Bozzi. L'autore sarà disponibile per autografare le copie del libro.

Continua…

 Contattaci
 
 
reCAPTCHA: Imposta il tuo sito e la chiave segreta nella pagina di configurazione.

Edizioni Helicon

Sede Legale
via Monte Cervino 25
52100 Arezzo

Sede operativa
via Roma 172
52014 Poppi (Arezzo)

+39 0575 520496 | 338 6565640
edizionihelicon@gmail.com

Termini e Condizioni

Privacy Policy

Distribuzione

PAYMENT ACCEPT

mastercard american express paypal